Diventare certificatore energetico: come fare in 5 Post

Diventare certificatore energetico: come fare in 5 Post

Questo articolo è destinato a chi è alla ricerca della ricetta per diventare un certificatore energetico di successo! L’obbiettivo è individuare i primi passi per orientarsi nel favoloso mondo della certificazione energetica. Per chi non ha ben in mente cosa significhi redarre un attestato di certificazione energetica, ecco alcuni consigli e indirizzi utili per affrontare questa nuova sfida. L’articolo è formato da una collana di 5 posts; ciascuno di essi affronta una fase del percorso di redazione di una certificazione energetica.

.

  1. Le linee guida principali per la certificazione energetica?

  2. Gli enti di riferimento?

  3. Serve un corso per l’accreditamento come certificatore energetico?

  4. Come si fa la certificazione energetica? Software e pratiche

  5. Com’è fatto il certificato energetico?

Ma prima di procedere, alcune domandine per orientare i più indecisi:

Puntate sulla certificazione energetica per sbarcare il lunario? La redazione dei certificati energetici, almeno nei primi anni, non è un albero della cuccagna, e spesso i fastidi superano i piaceri.

Vedete la certificazione energetica come una prospettiva di lavoro indipendente? E’ vero, può essere sufficiente un solo tecnico per completare il lavoro in tempi utili, anche se a volte è difficile conciliare gli appuntamenti per i sopralluoghi con altre scadenze professionali.

Non siete flessibili? Come in ogni professione che implica relazioni dirette con i clienti, non dimenticate di portare con voi un flacone formato famiglia di pazienza e flessibilità. Altrettanto vale nel momento dell’inoltro della domanda presso gli uffici dell’assessorato in Regione Lazio.

Non avete voglia d’imparare ad usare un altro software? La certificazione energetica è ritenuta valida con una tolleranza del 5% sui valori indicati dal C.T.I.. Per raggiungere tale precisione la calcolatrice non basta. Alcuni software, peraltro costosi, sono invece degli ottimi strumenti per velocizzare la raccolta ed elaborazione dei dati relativi all’involucro edilizio.

Non avete messo in conto momenti di disperazione quando “i dati inseriti non sono compatibili”? Non sempre la certificazione energetica procede liscia come l’olio. A volte un semplice passaggio come reperire un libretto caldaia dall’amministratore condominiale, o calcolare gli indici di trasmittanza, può trasformarsi in una tediosa oretta di passione.

Detto questo, se avete scorso la lista, domanda dopo domanda, senza farvi intimorire; se l’attesa per la nuova sfida ancora preme dentro di voi, se dopotutto il coraggio e la pazienza non vi sono mai mancati, allora non esitate oltre e continuate verso i 5 post. Ciascuno di essi affronta e spiega una fase del percorso di redazione di una certificazione energetica.

  1. Le linee guida principali per la certificazione energetica?

  2. Gli enti di riferimento?

  3. Serve un corso per l’accreditamento come certificatore energetico?

  4. Come si fa la certificazione energetica? Software e pratiche

  5. Com’è fatto il certificato energetico?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: